L’intrigante Museo delle Anime del Purgatorio a Roma

capodanno 2020 roma
Capodanno 2020 in piazza a Roma
4 Dicembre 2019
san valentino 2020 roma
Idee per trascorrere San Valentino 2020 a Roma
6 Febbraio 2020
museo anime purgatorio roma

A Roma, non lontano dalla sede del Vaticano, c’è una chiesa gotica che custodisce un Museo molto particolare. Gli appassionati di misteri non possono mancare la visita del Museo delle Anime del Purgatorio, che si trova all’interno della Chiesa del Suffragio, in Lungotevere Prati 12.

Il piccolo museo, che si trova nella sagrestia della chiesa, contiene documenti e testimonianze che proverebbero l’esistenza del Purgatorio. La chiesa è anche conosciuta con l’appellativo di “piccolo Duomo di Milano” per lo stile neogotico che la caratterizza, molto raro a Roma.

Storia della Chiesa del Suffragio

La storia di questa chiesa ha origini in Francia. Sul finire dell’ottocento il missionario del Sacro Cuore di Gesù – Victor Jouët – originario di Marsiglia, fondò a Roma l’Associazione del Sacro Cuore del Suffragio delle anime del Purgatorio, con l’obiettivo di diffondere la devozione al Sacro Cuore di Gesù e alla Madonna.

Il primo oratorio dell’associazione si trovava in via dei Cosmati; successivamente un secondo oratorio venne edificato sul Lungotevere Prati, su un terreno acquistato dal fondatore per la costruzione della chiesa. La prima pietra venne benedetta nel 1894 dal vescovo di Marsiglia Joseph-Jean-Louis Robert.

La costruzione della chiesa iniziò nel 1908 su progetto dell’ingegner Giuseppe Gualandi, che si ispirò allo stile al gotico francese. L’edificio venne completato e benedetto nel 1917.

Storia del Museo delle Anime del Purgatorio

Allestito in un locale adiacente alla sagrestia della chiesa, il museo ebbe origine alla fine dell’800 per volontà del missionario francese Victor Jouet, a seguito di un misterioso evento che si produsse durante un incendio, che si sviluppò all’interno della chiesa: tra le fiamme che avvolgevano la cappella il sacerdote e alcuni fedeli scorsero le sembianze di un volto sofferente, rimasto poi impresso sulla parete dell’altare ed ancora oggi visibile in riproduzione fotografica all’interno del museo. Da quel momento il missionario francese decise di dedicarsi alla ricerca di altre testimonianze di questo tipo, in giro per il mondo.

Così ebbe inizio la raccolta di reliquie, che divenne nel corso del tempo una collezione davvero affascinante e misteriosa, ricca di testimonianze dell’esistenza ultraterrena dei defunti e dei loro contatti con i congiunti viventi. Si potranno osservare da vicino impronte di mani, dita, volti infuocati e sofferenti impressi in abiti, lenzuola, tavoli o mura, lasciati per invocare l’attenzione dei vivi verso le anime del Purgatorio e persino un’antica banconota che, si dice, venne lasciata da un sacerdote all’interno di una Chiesa per sollecitare Messe di suffragio per la sua memoria.

Fragrance Tour propone la Caccia al tesoro “Roma Città aperta” per scoprire in modo originale luoghi di culto di differenti religioni, famosi e meno conosciuti in giro per Roma.

Contattateci per organizzare una visita o per partecipare alla caccia al tesoro!

Italiano